“Sono state oltre centocinquantamila le presenze registrate solo nel mese di agosto ad Ercolano. Un dato incoraggiante e in linea con quanto già avevamo registrato a partire dalla scorsa primavera. Numeri importanti che ci fanno ben sperare anche per i prossimi mesi. La cultura e il turismo rappresentano il termometro per migliorare la qualità della vita della nostra comunità e se sempre più turisti decidono non solo di visitare il Parco Archeologico, le ville del Miglio d’Oro e il Vesuvio, ma anche di pernottare e soggiornare in città significa che la qualità dell’offerta è in linea con gli standard del mercato” – è quanto dichiara il sindaco Ciro Buonajuto. 

“Nel mese di agosto circa 50mila sono stati i turisti che hanno visitato gli scavi e centomila gli ingressi registrati al Vesuvio. Tante anche le persone che hanno partecipato alla festa di Pugliano e alle altre iniziative di Ferragosto. Sold out anche le strutture ricettive con tutti i b&b pieni. Ercolano ha saputo ben rispondere alla ripartenza del turismo dopo gli anni bui della pandemia. Dati incoraggianti che ci inducono a migliorare sempre di più la qualità dei nostri servizi. Non ci nascondiamo dietro un dito, restano ancora delle criticità, ma stiamo già lavorando per risolverle” – spiega il primo cittadino e vicepresidente nazionale dell’Anci.

Intanto continuano anche gli eventi in città: “Proseguono le iniziative per tutto il mese di settembre al Parco Archeologico, così come a Villa Campolieto location del Festival delle Ville Vesuviane, con tanti appuntamenti di qualità e che rappresenta un’altra straordinaria opportunità per vivere la nostra città. Senza dimenticare le prossime iniziative del FAI e riproporremo anche la giornata del trekking urbano. Puntiamo in questo modo ad allungare ancora di più la nostra stagione turistica” – conclude Ciro Buonajuto.

 

torna all'inizio del contenuto