Gli otto ragazzi tedeschi a colloquio con il sindaco: studiano la rinascita della città dal buio della camorra alla luce della cultura

 

“Un incontro davvero interessante e stimolante quello che ho avuto questa mattina con otto ragazzi tedeschi, ad Ercolano nell’ambito di un progetto di studio finanziato dalla Ludwig Windthorst Foundation, che mi hanno chiesto di raccontargli la storia di rinascita della nostra città. Gli studenti stanno portando avanti un progetto di studio attraverso il quale vogliono analizzare le risposte che la politica, ma anche la società civile, hanno messo in campo per sconfiggere la criminalità organizzata. E’ bello sapere che il ‘modello Ercolano’ viene conosciuto e apprezzato anche oltre i confini nazionali” – è quanto dichiara Ciro Buonajuto, sindaco di Ercolano e vicepresidente nazionale dell’Anci.

“L’interesse mostrato dagli studenti tedeschi è un ulteriore stimolo per noi tutti. Questo significa che le azioni messe in campo in questi anni non sono state vane. Non è stato vano il coraggio dei commercianti, il lavoro delle forze dell’ordine e della magistratura, così come la volontà dalla politica di lasciarsi alle spalle gli anni bui caratterizzati dalla criminalità organizzata e dal racket e insistere su un futuro illuminato dalla cultura, dalla legalità e dalla bellezza. Certo c’è ancora tanto da fare e la pandemia ha complicato la nostra visione, ma questo non significa che ci arrendiamo. Anzi, anche grazie ai finanziamenti del Recovery Plan, continueremo ad investire nella crescita turistica della città migliorando le infrastrutture e i servizi, ma anche dando la possibilità ad i privati che vogliono investire di trovare opportunità e risorse” – conclude il primo cittadino.

All’incontro erano presenti anche la dottoressa Cordelia Vitiello, della Chiesa Evangelica Luterana in Italia, e Luca Coppola, Presidente Pro Loco Hercvlanevm.

torna all'inizio del contenuto