Una rinnovata sinergia tra gli operatori turistici del territorio di Ercolano con l’obiettivo di rilanciare il settore in vista della ripartenza post pandemia. Una collaborazione tra pubblico e privato per fare della città degli Scavi un laboratorio dove mettere in opera nuove opportunità di sinergia e rete tra vari soggetti. E’ quanto emerso dalla riunione on line promossa dal Vicesindaco con delega al turismo, Luigi Luciani, e dall’Ufficio Turistico del Comune di Ercolano. Presenti il Direttore del Parco Archeologico Francesco Sirano, il Consorzio Costa del Vesuvio rappresentato dal Presidente Angelo Pica, il Presidente della Pro Loco Hercvlanevm Luca Coppola e il Vice Presidente di Federalberghi Costa del Vesuvio Corrado Sorbo.

Per contrastare la sofferenza attuale delle imprese turistiche, Pica ha inteso rimarcare l’esigenza di rilanciare la destinazione Ercolano per un ritorno in sicurezza e immaginare un cartellone di eventi sinergico tra le istituzioni e gli operatori che restano i principali attori del turismo cittadino. Di analogo parere Luca Coppola che è altresì Amministratore del Consorzio e ha ricordato il quotidiano lavoro svolto dalla Pro Loco nell’accoglienza dei turisti dal mondo e nell’orientamento degli stessi che giungevano in città presso il Parco Archeologico e la necessità di offrire nuove esperienze di soggiorno ed eventi qualificanti capaci di aumentare la permanenza dei visitatori e l’indotto turistico.

Il Direttore Sirano, rinominato alla guida del Parco per ulteriori quattro anni, ha illustrato il folto programma degli eventi e delle attività che caratterizzeranno l’anno in corso, con il lancio di mostre ed eventi che porteranno sempre di più il Parco in sinergia con la comunità territoriale, così come ben rappresentato dal nuovo logo simbolo dell'eroe fondatore e di unione tra sito archeologico e città.

 

A tal proposito l’Assessore Luciani ha ricordato il rafforzamento di questa attività di inclusione con l’intervento messo in campo dall’Amministrazione legato alla conclusione dei lavori che stanno interessando Via Mare insieme alla passeggiata archeologica che consentirà di mettere a disposizione della città una nuova area che offrirà una prospettiva inedita e panoramica che va dal sito Unesco al golfo di Napoli.

 

La riunione si è conclusa con l’auspicio di lavorare sinergicamente su una campagna di rilancio del territorio e sull’opportunità di ritrovarsi a maggio per una seconda tappa di prosecuzione di questo processo di partecipazione, auspicando il coinvolgimento attivo della Regione Campania rispetto ai temi del turismo.

 

Pieno sostegno all’iniziativa arriva anche dal sindaco Ciro Buonajuto, secondo il quale, questi momenti di confronto e una rinnovata sinergia tra istituzioni pubbliche e private possono rappresentare la leva fondamentale per rilanciare l’economia turistica in città.

torna all'inizio del contenuto