Descrizione

 

L'11 novembre 2014 è entrata in vigore la legge n.162/2014, che prevede, all'art.6, la possibilità per i coniugi di concludere un accordo per le soluzioni di separazione personale, divorzio e modifica delle precedenti condizioni di separazione o di divorzio attraverso una convenzione di negoziazione assistita da uno o più avvocati (per ciascun coniuge).

Tale modalità è possibile sia in assenza che in presenza di figli minori, di figli maggiorenni incapaci, o portatori di handicap grave (art.3 c.3 L.104/1992) e di figli maggiorenni economicamente non autosufficienti.

Nel primo caso l'accordo concluso è valutato esclusivamente dal Procuratore della Repubblica, che esprime un nullaosta, mentre nel secondo caso (presenza di figli minori o non autosufficienti), al vaglio del Procuratore della Repubblica si può aggiungere anche un passaggio dinanzi al Presidente del Tribunale.

Nell'accordo potranno essere inseriti anche patti di trasferimento patrimoniale.
Chi è interessato ad adottare tale nuova procedura deve rivolgersi esclusivamente ad un avvocato per la verifica dei presupposti di legge e per tutti gli adempimenti normativi previsti.

L'accordo raggiunto a seguito di negoziazione assistita da avvocati è equiparato ai provvedimenti giudiziali che definiscono i procedimenti di separazione personale di cessazione degli effetti civili o di scioglimento del matrimonio e di modifica delle condizioni di separazione o di divorzio.

 

Modalità

 

L'avvocato di ciascun coniuge, una volta formalizzato l'accordo delle parti e ottenuto il prescritto nullaosta o autorizzazione, dovrà trasmettere, tassativamente entro 10 giorni, la documentazione per la trascrizione al:

  • Comune di iscrizione dell'atto di matrimonio;
  • Comune di trascrizione dell'atto di matrimonio celebrato con il rito concordatario o con altro rito religioso riconosciuto dallo Stato italiano;
  • Comune di trascrizione del matrimonio celebrato all'estero, da due cittadini italiani, o da un cittadino italiano e un cittadino straniero

La consegna può avvenire:

  • con presentazione al Protocollo Generale del Comune;
  • con presentazione all'Ufficio Matrimoni - Via G. Marconi, 39;
  • con trasmissione a mezzo posta al Comune di Ercolano – Servizio Stato Civile - Via G. Marconi, 39 – 80056 Ercolano
  • a mezzo Pec al seguente indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..
 

Attenzione: La documentazione trasmessa a mezzo Pec dovrà essere corredata dalla prescritta firma digitale dell'avvocato.

 

Tempi

Il provvedimento viene trascritto e annotato sull'atto di matrimonio entro 30 giorni dalla data in cui tutti i documenti necessari, corretti dal punto di vista formale e sostanziale, pervengono all'Ufficio matrimoni.

Costi

 

Il servizio è gratuito.

 

Per ulteriori informazioni cliccare sul link:

http://servizidemografici.interno.it/it/content/convenzione-di-negoziazione-assistita

torna all'inizio del contenuto